Crea sito

Madonna della Pietà di Crosia: Storia delle (presunte) apparizioni mariane

Dietro la statua della Madonna della Pietà a Crosia (Cosenza), c’è una storia di apparizioni mariane legate alla “Vergine della Pace e dei Miracoli”.

Con questo nome la Madonna si presenta a Vincenzo Fullone il 23 maggio 1987 nella sua prima presunta apparizione in una piccola chiesa sconsacrata del paesino calabrese di Crosia.

Da quel momento, quella chiesa, diventa il luogo delle presunte apparizioni mariane a Crosia, dove tra l’altro viene ritrovata una statua della Madonna in “lacrime”.

Oggi la chiesa di Crosia, un piccolo paesino della costa jonica calabrese, è diventata un Santuario meta di pellegrinaggi e di fedeli in preghiera.

Foto: Santuario della Madonna della Pietà a Crosia (Cosenza).
Santuario della Madonna di Crosia (Cosenza): “Madonna della Pietà”.

Soprattutto tra il 1987 e il 1992 si è registrato un grande afflusso di fedeli ma non solo. Sono anche “curiosi” intenti ad accertare il fenomeno della lacrimazione della Madonna, soprattutto negli anni novanta.

La Storia delle Apparizioni di Crosia

Tutto inizia dal racconto di un ragazzo, Vincenzo Fullone, che fu il primo di tre ragazzi ad affermare di aver assistito all’apparizione della Madonna.

La Madonna di Crosia in “lacrime”

Immagine della madonna della pietà di Crosia.
La stauta della Madonna di Crosia posta nella nicchia del Santuario.

Il 23 maggio 1987, Vincenzo, ragazzo quattordicenne di Crosia, entra insieme ad un suo amico in una piccola chiesa sconsacrata poco fuori dal centro abitato.

Al suo interno, sono le 16,30, avrebbe notato la lacrimazione di una statua raffigurante la Madonna posta nella nicchia dell’altare centrale. Spaventati, insieme all’amico, si recano presso al più vicino bar del paese dove raccontano a tutti del presunto “miracolo”.

In poco tempo fuori alla vecchia chiesetta diroccata si raduna una folla di persone tanto che i carabinieri sono chiamati a contenere l’afflusso nei pressi della struttura per motivi di sicurezza. Si trattava di una chiesa abbandonata che, pochi mesi prima, l’amministrazione comunale aveva deciso di radere al suolo.

La prima manifestazione della Madonna di Crosia

Alle 18,30 dello stesso giorno, Vincenzo Fullone, che si trovava nuovamente in chiesa, racconta di essere stato chiamato per ben tre volte da una “voce” che gli diceva in dialetto:

Non avere paura. Io sono la tua mamma. Io sono la Vergine della pace e dei miracoli. Pregate perché il mondo ha molto bisogno di preghiera. Domani, alla stessa ora, ti voglio qui. Gli avvertimenti all’umanità non sono ancora terminati

La Madonna si manifesta ad Anna Biasi ed appare ai 2 veggenti

La notte tra il 22 e il 23 maggio una ragazza tredicenne della frazione di Mirto Crosia, Anna Biasi, racconta di essere stata svegliata da una voce che le avrebbe chiesto di recarsi alla Chiesa della Pietà.

Successivamente, il 26 maggio, Vincenzo Fullone e Anna Biasi, si ritrovano casualmente presso la soglia della chiesa, dove avrebbero avuto un’apparizione.

I due veggenti di Crosia.
Vincenzo Fullone e Anna Biasi: immagine di repertorio.

Durante l’apparizione i due ragazzi avrebbero visto una signora bellissima che gli avrebbe chiesto di andare alla sorgente più vicina per portarle da bere.

I ragazzi si recano alla sorgente di Cuppo, diventata da tempo un abbeveratoio per animali. Nell’istante in cui Vincenzo mette le mani sotto il vecchio rubinetto vecchio pieno di muschio, l’acqua avrebbe iniziato a sgorgare abbondantemente.

Da quei giorni nel lontano 1987, la statua della Madonna della Pietà e Crosia diventano meta di fedeli e curiosi da tutto il SUD e non solo. Oggi quella piccola chiesa, costruita dai greci e un tempo sconsacrata, è un Santuario dedicato alla Madonna.

Da quel momento la storia è fatta di racconti e di testimonianze che avrebbero visto davvero la statua della Madonna della Pietà lacrimare. Le apparizioni ai ragazzi veggenti sono proseguite con i messaggi della Vergine della Pace e dei Miracoli, fino all’ultima apparizione “documentata” che risale al 2017.

L’ultima Apparizione della Madonna di Crosia

Ad oggi il popolare Vincenzo non ha più visioni, mentre Anna, che ha scelto di mantenere un profilo più basso e riservato, pare di sì.

Sembrerebbe che in occasione del 30esimo anniversario delle apparizioni mariane a Crosia, il 23 maggio 2017, Anna Biasi, oggi adulta e mamma, abbia avuto nuovamente un incontro mistico con la Vergine, a margine della consueta celebrazione eucaristica.

C’è chi rimane scettico, chi continua a credere e a urlare al miracolo. Ma in questo caso non è tanto importante stabilire se credere o meno nei fatti. Ciò che conta è che i fatti stessi riescano ad alimentare la fede e radunare persone nella preghiera e nella speranza.

Ma ritorniamo al 23 maggio 2017: secondo la stampa locale, la Madonna di Crosia è ri-apparsa. Proprio lì, in quella chiesetta polverosa in cui Vincenzo raccolse per la prima volta le sue lacrime in un fazzoletto di stoffa.

Anna BIasi, che oggi vive a Milano ma che ogni 23 maggio torna a casa, avrebbe avuto un nuovo incontro ravvicinato con la Vergine. A distanza di oltre venticinque anni da quel 23 novembre 1992, in cui Vincenzo e Anna, al termine della tradizionale concelebrazione, caddero in un’evidente estasi.

Ancora una volta, la Madonna pur non “toccando terra”, si è rivelata ad Anna Biasi. Solo a lei e a nessun altro. Di fronte a una folla di testimoni e fedeli.

Fenomeni inspiegabili a Crosia prima delle presunte Apparizioni: curiosità

Le apparizioni della Madonna di Crosia, per chi non crede o è scettico, sembrano non essere l’unico dei fenomeni inspiegabili ancora oggi che riguardano il paesino calabrese.

Uno in particolare, avvenuto nei giorni appena successivi alle prime apparizioni: il muoversi notturno e frenetico di una luce bianca, nitida e dai contorni definiti, simile ad una cometa, che nello specchio di cielo sovrastante la vallata prospiciente il borgo, creava una serie di figure.

Come se non bastasse, in più circostanze, nella parte esterna del santuario di Crosia adibita ai momenti di preghiera i fedeli hanno più volte riferito di strani fenomeni: “pulsazioni del sole” e strani movimenti di “roteazione del sole”.

Si tratta di fenomeni inspiegabili o dell’immaginazione delle persone alimentata dalla suggestione della storia e dei fatti dell’apparizione della Madonna di Crosia? Non lo sapremo mai, ad oggi resta un mistero.

Cosa ne pensi? Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.